DOLCE LUCE

Chi sei, dolce Luce, che mi colmi

e illumini le tenebre del mio cuore?

Tu che mi guidi come la mano di una madre,

se mi lasciassi non potrei fare un solo passo di più.

Tu sei lo spazio che avvolge il mio essere e lo mette al Tuo riparo.


Se fosse abbandonato da Te, sprofonderebbe nell'abisso del non-essere,

dal quale l'hai tratto per sollevarlo verso la Luce.

Tu, più vicino a me di me stessa, più intimo dell'intimo dell'anima mia.

E tuttavia inafferrabile e ineffabile, al di sopra di ogni nome:

Spirito Santo, Amore Eterno!


Non sei forse la dolce manna, che dal cuore del Figlio trabocca nel mio cuore,

cibo degli angeli e dei beati?


Lui che si è rialzato dalla morte alla vita

ha svegliato anche me dal sonno della morte, per una vita nuova.


E giorno dopo giorno, continua a darmi una vita nuova,

la cui pienezza, un giorno, mi inonderà interamente...

vita nata dalla Tua vita. Sì, Te stesso, Spirito Santo. Vita Eterna!

 


(Edith Stein)

 

SCARICA IL PDF

 

edith stein