SALVATA DALL'INCENDIO!

Ciao sono Edna Cristina. Nel 2007 sono andata a vivere in una villa di persone importanti e influenti in un piccolo paese nella provincia di Udine. Frequentavo la chiesa, ma non ero assidua. Quello è stato il periodo più buio della mia vita. Mia figlia Isabelly aveva solo 7 anni ed era una bambina molto inquieta. Io lavoravo in un ristorante, e molte volte Isabelly rimaneva da sola a casa. Un giorno mi rivelò la sua profonda tristezza che la tormentava "Ho pensato anche di morire" mi disse.  
Cercai di spiegarle che dovevo lavorare per guadagnare i soldi per vivere e purtroppo non potevo stare con lei sempre. Un giorno mentre accendevo la stufa ho preso la tanica di benzina e bagnato il legno per accenderla. Avevo anche avvertito Isabelly di non toccare quella tanica, che era pericolosa, ma figurati... un bambino fa esattamente il contrario di quello che gli dici! Ero al lavoro, verso le 13:40 e arrivò Isabelly piangendo disperata. "Mamma! Mamma! Ho bruciato la casa!".
Tutti quelli che erano lì con me sul lavoro corsero e per strada vedemmo due camion dei pompieri! Grazie a Dio tutto si è risolto bene e Isabelly mi disse che mentre spruzzava la benzina si era fatta una grande fiammata dalla stufa. La sorella della padrona di casa, allora, mi disse che le era capitata la stessa cosa anche a lei, da piccola, e si era bruciata metà del viso e del collo, avendo cicatrici permanenti. Lì ho capito il miracolo! Ringrazio Dio perché mia figlia avrebbe potuto ustionarsi nel viso e nel corpo, per il resto della sua vita, ma Gesù l'aveva protetta. Ovviamente Isabelly non ha toccato più il fuoco per giocare! Oggi faccio parte del coro gospel della chiesa di Udine e facciamo una riunione in casa dove abbiamo 13 persone. Grazie Gesù, grazie Signore!