GRAZIE TCI, MI HAI APERTO LA MENTE!

Cari Pina e Chuck, sapete, una volta, da piccoli, ci dicevano, "le vie del Signore, sono...infinite", imperscrutabili... E di ciò sono sempre stato convinto, anche quando non lo conoscevo o credevo che fosse morto sulla Croce tra 1000 patimenti e tale fosse rimasto. E' stata la TCI, con i suoi programmi, a ribaltare, per così dire, una convinzione oramai datata, che Dio, invece, é VIVO, operante, anche oggi, più che mai e sta persino in procinto di fare ritorno sulla Terra per il "rapimento" FISICO della "sua sposa", la  Sua Chiesa. Mai, avevo riflettuto sul fatto che, dopo la crocefissione e la sua ascesa al cielo, sia in realtà ritornato a Pentecoste a fare visita ai suoi Apostoli riuniti in una casa. L'immagine della sua entrata in scena ATTRAVERSANDO UN MURO (dunque in forma spirituale) e poi, avvicinandosi al dubbioso Tommaso, e chiamandolo a sè, gli fa TOCCARE i BUCHI delle ferite. Tommaso, constatato che erano FISICI, lo ha spinto a buttarsi giù a terra, ai piedi del Signore, anch'essi BUCATI. Con Tommaso, anche parecchi di noi, cristiani della "domenica", distratti, siamo peccatori per non aver compreso, e interiorizzato, bene sin da piccoli, i concetti fondamentali. Sapete, si andava a dottrina sopratutto per giocare! Al tempo, non si aveva la maturità di comprendere questa storia complicata! E quindi, ciò che ne è seguito, le malattie, sono una conseguenza di questo... "distacco" passato, questa incomprensione! Grazie ancora di tutto. Cari saluti, Piero.